Le conseguenze dei feedback negativi sulla performance

Un gruppo di ricercatori dell’Harvard Business School si è occupato di indagare le conseguenze delle valutazioni negative sulla performance dei lavoratori.…

Un gruppo di ricercatori dell’Harvard Business School si è occupato di indagare le conseguenze delle valutazioni negative sulla performance dei lavoratori. In questo articolo parliamo della loro ricerca e della loro proposta di fornire feedback che facciano sentire le persone apprezzate e, al tempo stesso, motivate a fare del proprio meglio.

Le ricerche condotte sul campo ed in laboratorio

Paul Green e colleghi hanno svolto uno studio in un'azienda agroalimentare degli Stati Uniti in cui veniva utilizzato un processo di peer review e in cui i dipendenti potevano definire alcuni aspetti del proprio lavoro, come scegliere con chi lavorare. Da questa ricerca è emerso che i dipendenti, a fronte di feedback più negativi rispetto alle proprie autovalutazioni in un dato ambito, erano spinti a cercare di lavorare con altri colleghi che avrebbero dato loro giudizi più positivi. Sono emersi risultati analoghi in uno studio di laboratorio in cui i partecipanti dovevano scrivere un breve racconto su cui, successivamente, ricevevano un feedback da un partner. Coloro che ricevevano feedback negativi erano molto più propensi a cercare un nuovo partner per il compito successivo, rispetto a quelli che ricevevano feedback positivi.

Immagine di sé e performance

Questo comportamento può essere definito “ricerca di conferma” ed è spiegato dal fatto che i feedback negativi vengono percepiti come minacce alla visione positiva che le persone hanno di se stesse. La ricerca di feedback positivi sembrerebbe psicologicamente necessaria perché si basa sull'idea che, per mantenere una visione positiva di sé, sia necessario instaurare relazioni sociali che confermino tale visione. Questa reazione, che porta alla costruzione di gruppi che possano proteggere dall'esperienza di valutazioni critiche, ha degli aspetti negativi. Infatti, lo scopo principale dei feedback è di rendere le persone più consapevoli della propria performance in modo tale da migliorarla se necessario. L’aspetto contraddittorio dei feedback negativi è che se da una parte essi producono un allontanamento, dall’altra motivano le persone a fare del proprio meglio. Feedback costantemente positivi, invece, sono dannosi per la prestazione lavorativa, perché nascondono gli aspetti che avrebbero bisogno di essere migliorati.

 

In conclusione, che tipo di feedback dare ai lavoratori? Dato che le persone hanno bisogno di sentirsi apprezzate e di sapere che il loro contributo è generalmente positivo, eventuali feedback negativi dovrebbero essere accompagnati dalla convalida del loro valore all’interno dell’azienda. Il team ha intenzione di svolgere ulteriori ricerche sui meccanismi di feedback per capire come migliorare la performance e le relazioni tra lavoratori.